Enrico Comba's Antropologia delle religioni. Un'introduzione PDF

By Enrico Comba

Show description

Read Online or Download Antropologia delle religioni. Un'introduzione PDF

Best italian books

Get Corso Di Linguistica Generale PDF

Corso di linguistica generale

Download PDF by Sabrina Moret, Giorgia Purcaro, Lanfranco Conte: Il campione per l’analisi chimica: Tecniche innovative e

Questo quantity illustra le principali tecniche di preparazione del campione con particolare enfasi sulle tecniche cutting edge e sui sistemi online che mirano a ridurre il pace di analisi, los angeles manipolazione del campione e il consumo di solventi. L’analisi chimica prevede infatti generalmente una fase di preparazione del campione, che ha lo scopo di isolare gli analiti di interesse dalla matrice ed eliminare i potenziali interferenti prima della determinazione analitica finale.

Additional info for Antropologia delle religioni. Un'introduzione

Sample text

Quali che siano i fondamenti sui quali si basa una particolare visione religiosa del mondo, se sulla concezione di una o più divinità personalizzate, sul riconoscimento di una molteplicità di spiriti e di potenze della natura, sulla venerazione degli antenati della famiglia o del gruppo di discendenza, sulla percezione di un potere diffuso, indistinto e impersonale, che penetra ovunque e può manifestarsi in una molteplicità di modi, o su qualunque altra costruzione ontologica, queste rappresentazioni non si presentano quasi mai slegate e informi, ma articolate e organizzate in un insieme complesso.

Le prime file erano formate da un gruppo di veterani che avevano preso parte agli ultimi conflitti bellici con l’uniforme dell’esercito americano, dalla guerra del Vietnam alla guerra del Golfo: le bandiere, le decorazioni e le medaglie si combinavano con i costumi tradizionali e le insegne variopinte delle società guerriere che costituiscono parte integrante della tradizione culturale dei popoli nativi. ». Con un imbarazzo glaciale mi rendo conto che quello che sembrava un atteggiamento spontaneo e automatico poteva essere interpretato come un’indebita ingerenza, come un gesto ineducato, forse addirittura come un abuso o un sopruso.

Questo sforzo è di Dio, se non è Dio stesso» (Bergson 1932 [2003: 233]). Un sistema religioso è quindi un complesso intreccio di esperienze individuali e di forme più o meno strutturate e consolidate di creazioni collettive, un sistema di pratiche e di forme standardizzate e un sistema di significati e di elaborazioni concettuali in continua trasformazione e moltiplicazione. Se da un lato le religioni si presentano come strumenti per la «costruzione del mondo» (worldmaking) (Tambiah 1990: 108, 152) o «fabbricazione del mondo» (Destro 2005: 11), per fornire al pensiero una modalità attraverso la quale stabilire un certo ordine, una relativa stabilità e coerenza nell’universo e, di conseguenza, per la «costruzione» del sacro e per il manifestarsi di forme di sacralizzazione (Remotti 1993: 140-145), d’altro lato esse si aprono continuamente a un riconoscimento della complessità del mondo e dell’esistenza e consentono, in varie forme e modalità, l’esplorazione di questa complessità, tentativi di guardare al di là dell’apparenza delle cose, di gettare un barlume sullo sconosciuto o sull’inconoscibile che pervade un universo, che, come disse Bergson (1932 [2003: 338]), «è una macchina per fare gli dèi».

Download PDF sample

Rated 4.92 of 5 – based on 20 votes